Seleziona una pagina

IL  GALATEO DELLO SPOSO

Tutto quello che dovrebbe fare e tutto quello che deve assolutamente evitare

 

Fino ad oggi ci siamo sempre occupati del ruolo della sposa, dedicandole anche in questo blog moltissime attenzioni. Cosa che continueremo a fare, ovvio, ma è giunto il momento di dare uno sguardo alla figura maschile: lo sposo. Nonostante tutti gli occhi siano puntati sul vestito bianco, non bisogna trascurare alcuni step imprescindibili dal quale l’uomo non può esimersi, non solo per fare una bella figura ma anche perché “chi ben comincia è a metà dell’opera”. Caro futuro sposo, prendi nota:

 

PORGI LA MANO ALLA TUA SPOSA

Lo richiede il bon ton ma, facendo un passo indietro è anche una semplice questione di educazione: porgile la mano o un braccio per sostenerla. Ha i tacchi alti, il vestito a sirena, è emozionata … la stabilità in quel momento non è il suo forte. Aiutala! Il tuo gesto galante verrà interpretato inoltre come sostegno per la vita: dimostrale che sei al suo fianco, a partire dal giorno delle nozze.

LE PAROLE CHE NON LE HAI DETTO

Il galateo ti suggerisce di scriverle una lettera facendogliela recapitare dal tuo testimone o da una persona di estrema fiducia. So cosa stai pensando: è un gesto ormai sorpassato. Vedila così: in pochissimi lo fanno e se tu rientrerai in questa cerchia così ristretta, otterrai l’effetto sorpresa. Inoltre, potrebbe essere la tua occasione per raccontarle le tue emozioni, le tue paure, le tue speranze. Cose che spesso non hai il coraggio di dirle personalmente. E’ un gesto decisamente romantico, piacerà anche a te.

DEVI PATIRE LE SOFFERENZE DELL’ATTESA

C’è poco da fare, non puoi arrivare in ritardo. Dimenticati qualsiasi genere di scusa, non sarebbe accettata. La tradizione vuole che tu arrivi in anticipo poiché spetta a te accogliere gli invitati in Chiesa o in Municipio. Il tuo ruolo? Aspettare.

LO STILE DELL’ABITO

Depenna subito questi due abiti: lo smoking e lo spezzato. Non ci pensare nemmeno, saresti sempre fuori luogo. E’ risaputo che tu possa scegliere solo un abito in lana, nella variante del lino misto alla lana per i periodi più caldi. Il tight va sempre abbottonato e se la tua cerimonia si svolge dopo le 18, osa con un frac: sarai fantastico!

ACCESSORI: LESS IT’S BETTER

Piercing, orecchini, catene d’oro, anelli con pietre: lasciali a casa quel giorno. Le tue mani dovranno essere libere, pronte al momento dello scambio degli anelli. Non indossare guanti e cappello, per nessun motivo. La pochette non deve essere dello stesso tessuto e dello stesso colore della cravatta. Scegli il fazzoletto da taschino in una tonalità neutra, sarai elegantissimo. Barba incolta e calzini corti? Inammissibili il giorno delle tue nozze.

 

Testo a cura di Gabriella Dal Mas